Creare una scenografia per teatro

Creare una scenografia teatrale? Ecco una domanda che viene posta da tante compagnie teatrali amatoriali. Certo, le compagnie professionali o di alto livello non hanno problemi di questo tipo, potendo contare sull’aiuto di professionisti per la realizzazione degli ambienti scenici, degli sfondi e quant’altro, il tutto sotto la gestione dello scenografo, anche detto stage designer. Così non è invece per le filodrammatiche locali, per i gruppi teatrali delle scuole e delle università, e via dicendo: in questi casi la scenografia deve essere preparata in autonomia. Ma come dovrebbe essere una scenografia? Quali sono i requisiti ai quali non si può venire meno? E come si può fare nel concreto per creare il fondale della propria recita?

Come deve essere la scenografia teatrale

Per capire come deve essere la scenografia a teatro è necessario pensare prima di tutto allo spettacolo che si vuole portare in scena. Si tratta di uno spettacolo che può essere portato in scena sempre con la medesima scenografia, oppure magari con cambiamenti minimi? Oppure si tratta di una narrazione che ha bisogno di diverse ambientazioni, che dovrebbero cambiare di atto in atto? E ancora, è necessario fare le proprie scelte anche in base al numero di volte che quello spettacolo verrà portato in scena. Talvolta si parla di spettacoli destinati ad andare in scena una sola volta, mentre altre volte si ha a che fare con spettacoli che verranno replicati più volte, nello stesso teatro oppure altrove. Nel caso di cambio di scenografie tra un atto e l’altro, come nel caso di diversi teatri nel tempo, sarà bene pensare a degli elementi scenografici facilmente e velocemente trasportabili e intercambiabili. È poi bene pensare a come saranno effettivamente gli spazi a disposizione: a volte si ha che fare con veri e propri palchi teatrali, con le quinte, il sipario e delle strutture appositamente pensate per accogliere gli sfondi; altre volte invece si tratta di palestre, di palazzetti o di oratori che non presentano nulla di simile.

Come creare una scenografia

Una scenografia può essere realizzata semplicemente da uno sfondo pittorico, o può essere costruita con più elementi, eventualmente anche tridimensionali. Per rendere la scenografia più credibile è possibile approfittare della stampa su supporti rigidi, ordinando la stampa online su pannelli di legno, di polionda o in sandwich, così da avere una scenografia con immagini di qualità facilmente trasportabile, nonché duratura nel tempo.

Sarebbe peraltro sbagliato pensare che una scenografia per uno spettacolo teatrale si esaurisca nella preparazione di un fondale. Talvolta, per rendere la rappresentazione completa e convincente, è necessario inserire altri elementi scenici, che possono essere reali o ricostruiti. Pensiamo a tavoli e sedie, a scale, a poggioli, a torri di castelli, a cespugli e via dicendo. La scelta degli oggetti di scena e degli sfondi può fare la differenza, rendendo uno spettacolo più o meno avvincente e affascinante. Del resto, per certe tipologie di spettacoli, è invece bene ridurre al minimo la scenografia, per non distogliere l’attenzione dalla recitazione vera e propria.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai allo shop di Twentyprint

Acquista i tuoi prodotti stampati in modo semplice, sicuro e veloce direttamente dallo shop on-line di Twentyprint.

ABOUT TWENTYPRINT

Operiamo nel settore della stampa in grande formato dal 1960, partendo dalla progettazione grafica e cromatica sino alla realizzazione delle matrici. Ci impegniamo a seguire costantemente e attentamente tutte le evoluzioni che si susseguono in questo ambito, così da proporci sul mercato con le più moderne ed efficienti attrezzature.

TWENTYPRINT è un marchio di Cprint S.r.l. - Sede legale via Enrico Fermi 1/3, 24051,  Antegnate (BG) - P.IVA e c.f. 04237570165 - REA BG 447076 - Cap. soc. €10.000 i.v. Privacy policy